Archivio

Il Teatro delle Forme con 
“Juve-Napoli 1-3. La presa di Torino” 
al Piccolo Festival delle spartenze di Paludi (CS)

dal 6 al 9 agosto “Migrazioni e cultura” -  Storie e racconti, di chi parte, di chi resta, di chi arriva e di chi torna.

 

20017646 803931893116930 8132281013471367387 o

 

Il Teatro delle Forme parteciperà il 7 agosto alle ore 22,30 nella piazzetta Santa Sofia di Paludi (CS) 2017 alla seconda edizione del “Piccolo Festival delle Spartenze. Migrazioni e cultura”. con il reading di “Juve-Napoli 1-3. La presa di Torino.”  Partendo dal vivace testo omonimo di Maurizio De Giovanni, scrittore napoletano, il regista e drammaturgo Antonio Damasco delinea  un viaggio vero e metaforico, la storia di un’Italia, non troppo passata, fatta di migrazioni, di lingue nascoste, mansarde affollate e nuove identità,  dedicando  un riscatto comico-poetico ad un padre emigrato da Napoli alla FIAT.

 

Paludi è uno dei tanti borghi italiani “in via d’abbandono  e 1° in Calabria fra i comuni con meno di 10mila abitanti. Costituisce  il punto di partenza di un progetto itinerante che prevede , oltre alla consueta tappa annuale in Calabria, fermate successive  in Germania e Svizzera, in tutti quei Paesi in cui vivono e si sono radicate consistenti comunità di emigranti italiani  per riannodare i fili della memoria.

L’iniziativa, curata  dall’associazione culturale AsSud, sotto la direzione del prof. Giuseppe Sommario, pone l’attenzione sulle partenze e spartenze (nell’accezione di condivisione) che caratterizzano i tanti piccoli borghi italiani, soprattutto del Sud. Partire, con la voglia di tornare verso la propria terra, per creare una rete che unisca Italia ed Estero, valorizzando tutti quei territori in via di abbandono.  L’obiettivo è quello di mettere a confronto i vissuti e i racconti dei migranti di ieri con quelli di oggi, evidenziando parallelismi e divergenze delle traiettorie narrate. L’edizione di quest’anno ha come tema “il pane”. “La terra, la bellezza, l’amore, tutto questo ha sapore di pane”: il pane, fonte di vita e di rinascita,  dall’ alto valore simbolico. 

 

Il Programma del Festival