Archivio

 

veglie-2011Teatro delle Forme
Residenza Multidisciplinare delle 2 Province
presenta
Racconto Segreto…Veglie d’Autunno 2011
 
Pancalieri – Piobesi Torinese -  Pecetto Torinese
Questa è una rassegna che nasce con l’obiettivo di riproporre il tema del racconto orale e che si sviluppa attraverso un programma di eventi teatrali, musicali e piccoli riti performativi, ambientati in luoghi non tradizionalmente turistici, così da andare a riscoprire tutti quegli angoli di territorio non toccati solitamente dalle proposte culturali.
Fin dall'antichità le sere, dopo le giornate di faticoso lavoro, raccogliendo la famiglia, erano accompagnate dalle Veglie: riti di socialità,  giochi collettivi, racconti, partite a carte o a dadi. Così la notte trascorreva, rimanendo svegli, vincendo il buio, la morte, mantenendo la luce con i falò, riempiendo il tempo con aneddoti divertenti e scommesse, novelle e discorsi, per non addormentarsi.
Per il 2011, anno del 150^anniversario dell’Unità d’Italia, cercheremo di proporvi delle Veglie che raccontino dell’unità, dello stare insieme, del legame tra nord e sud.
 
 
 
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 
PANCALIERI
Sabato 8 ottobre – ore 21.00 - Chiesa dei Frati
VEGLIA DELLA MEMORIA
Teatro delle Condizioni Avverse presenta Martiri della Liberta' [Monte Tancia 1944]
regia Andrea Maurizi – con Manuela Fioravanti, Andrea Maurizi – di Giovanni D'Artibale, Andrea Maurizi, Gabriella Torre
Tre voci narranti, tre punti di vista del periodo storico che portò l’Italia alla liberazione e alla democrazia.
Nel contesto nazionale ed internazionale è inserita la narrazione della Resistenza armata e non armata sui monti Sabini e la vera storia di Vittorio C., che all’età di 16 anni fu testimone casuale di molti eventi succedutisi a Roma e in Sabina nel 1944.
Per raccontare le storie che portarono alla morte per la libertà di quei Felici, Bruni, De Vito, Eusebi, Pellegrini Cislaghi che legarono le loro vicende personali con quelle per la Liberazione della Nazione tutta. Un testo corale che parte da una ricerca storica e prende corpo oltre che dalla bibliografia classica anche dalla memoria orale collettiva del territorio.
   
   
 
Sabato 15 ottobre – ore 21.00 - Chiesa dei Frati
VEGLIA MIGRANTE
Carichi Sospesi presenta Groppi d'Amore nella Scuraglia
dal testo di Tiziano Scarpa - con Silvio Barbiero - regia  Marco Caldiron
Un racconto in versi che, attraverso una lingua sapientemente primitiva,  incontro di dialetti,  descrive un percorso di rinascita e, in qualche modo, di redenzione, per ritrovarsi immersi in un mondo di suoni antichi ma pur sempre riconoscibili, da immagini, musiche che richiamano un mondo naif tracciato con pennellate severe e marcate.
 
   
   
   
   
 
   
   
PIOBESI TORINESE 
Venerdì 7 Ottobre - ore 21.00 - Biblioteca Civica - Piazza Vittorio Veneto – Castello
VEGLIA SOLISTA
Il Mutamento Zona Castalia e ‘O Zoo No presentano Sopra La Rete
drammaturgia Giordano V. Amato e Massimo Giovara - regia Giordano V. Amato - con Massimo Giovara
Gli aspetti di cose per noi importantissime/Sono nascosti a causa della loro semplicità/E familiarità. Si è incapaci di notare qualche cosa/perché la sia ha sempre davanti agli occhi. Wittgenstein
Tema dello spettacolo è il vissuto delle persone con problemi psichici nella società contemporanea, il loro difficile inserimento e la discriminazione cui spesso sono oggetto.
La storia dell’unico personaggio, dalla personalità intermittente, indaga il ruolo dell’intelligenza ordinaria nei rapporti tra le persone e degli ostacoli alla comunicazione incontrati da chi ha un intelletto diverso, fuori dal comune, sia esso genio o idiozia.
 

IL-SACRO_logo-

Questo appuntamento è inserito all' interno del Festival Internazionale IL SACRO ATTRAVERSO L’ORDINARIO - progetto IL SACRO FUOCO / FOCUS DEL SACRO.(2-10 Ottobre). IL SACRO FUOCO / FOCUS DEL SACRO è uno dei progetti di “2011. L’anno delle Residenze”.

   
   
 

Venerdì 18 Novembre - ore 21.00 - Biblioteca Civica - Piazza Vittorio Veneto – Castello
VEGLIA DI NATURA
Teatro Null presenta Seppellite il mio cuore qui!
di Gianni Abbate – con Gianni Abbate, Fabio Barili

Una storia che parte alla fine degli anni ’50 per arrivare ai giorni nostri. Un viaggio con la famiglia per andare in vacanza da Napoli a Scauri, nel Lazio. Un viaggio tra storia antica, raccontata da un padre professore, che continua a dispensare pillole di cultura anche al di fuori dell’aula, e un paesaggio incantevole e ancora incontaminato. Gli anni del boom economico dove riecheggiano le canzoni di San Remo. Si arriverà per contrasto ai giorni nostri, con l’ecomafia, il degrado, i veleni, il percolato, la munnezza, la strage dei bufalotti, il tutto riversato in mare attraverso i Regi Lagni. Tra ricordi, canzoni, racconti divertenti e dettagli del panorama attuale, lo spettacolo offre un quadro articolato di questo nostro Bel Paese.

NB: Lo spettacolo sostituirà la produzione "Storie di Terra"

 

 
   
   

 

Venerdì 16 Dicembre  - ore 21.00 - Biblioteca Civica - Piazza Vittorio Veneto – Castello
VEGLIA ONIRICA
Teatro delle Forme presenta Il Sogno di Benino incontra il Gelindo
La Tradizione del Natale tra Nord e Sud Italia.
con Antonio Damasco e Luciano Nattino
Per un giorno Benino, il pastorello immerso nel sonno, che, secondo la tradizione napoletana, da inizio all’intero presepe sognadolo incontrerà Gelindo, il pastore-contadino con l’agnello sulle spalle, il cappello in testa, i calzoni sotto il ginocchio, la “cavagna” e la piva musicale al braccio, a cui da sempre in piemonte si affida il compito di primo adoratore del piccolo Gesù, appena nato.
Nell’anno del 150^anniversario dell’Unità d’Italia, entrambi ci racconteranno della tradizione del Natale.
 
 
   
   
   
   
   
   
PECETTO TORINESE
Domenica 9 Ottobre – dalle 15.00 alle 19.30
VEGLIA DELL’ARTE
· Itinerario nell’Arte di Pecetto Torinese:  visita guidata itinerante presso la Chiesa di San Sebastiano, il Municipio, la Chiesa Parrocchiale
Partenze dalla Chiesa di San Sebastiano, Piazzale delle Ciliegie, alle ore , 16.30, 17.30
 
· Teatro delle Forme presenta Toccami. Partitura per Giuda. performance per 30 visitatori e i 5 sensi dello spettatore
ideazione di Antonio Damasco - con Antonio Damasco, Silvia Edera, Oscar Malusa, Francesca Bodanza
Privata dell’ausilio della vista, la percezione dell’arte, ed il suo intrinseco anelito all’assoluto, avverrà attraverso la percezione tattile, attraverso gusti e odori, nonché dai suoni che scaturiscono da ciascuna opera, per quello che è e per quello che richiama e rappresenta. Solamente alla fine gli spettatori/attori potranno confrontare la propria esperienza con la visione dell’opera, finalmente svelata.
Presso la Chiesa dei Batù, alle ore 17.30, 19.00. Ogni performance durerà 30 minuti e sarà aperta a soli 30 spettatori
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA