Archivio

 

metapoli langhe loghi

METAPOLI(S)

Diario Intimo di un Territorio

- Langa -

Giovedì 9 aprile, ore 17.00

Sala Consigliare presso Comune, Via Circonvallazione n. 7

Castiglione Tinella (CN)

 

 CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE INTERVISTE DEI PROTAGONISTI DI QUESTO VIAGGIO

 

“Questa non è una guida normale.

Intanto perché sei all’interno di un territorio “speciale”, patrimonio UNESCO dell’Umanità (ma di questo ti parlerò solo alla fine, pag. 80).

In ogni caso, se vuoi informazioni turistiche consuete, fai altre scelte che ti daranno indicazioni sia che tu voglia percorrere questi territori a piedi, in bicicletta o in auto. Così come ci sono guide che ti aiuteranno a scegliere i vini e i cibi migliori, indirizzandoti nei posti giusti per fare una buona spesa.

Io ti accompagnerò tra le pieghe più sottili di queste terre, per aiutarti a capire di cosa sono impastate le case, le chiese, le vigne e i campi, ma soprattutto la gente…”

 

Metapoli(S) è una collana editoriale costituita da alcuni “Diari intimi del territorio” che non sono semplici guide, ma un viaggio tra le storie degli abitanti di quel territorio.

Ci sono molti modi per raccontare una città e un territorio.  E' possibile farlo ripercorrendone la storia, piuttosto che analizzandone le peculiarità monumentali, architettoniche ed urbanistiche che il tempo ha sedimentato. Metapoli(s) prende un'altra strada.

Avviene così  una scoperta dei luoghi attraverso le persone, tramite la confessione delle sue memorie e dei suoi tesori.

Questa guida è stata sviluppata grazie a diversi anni di lavoro. L’iniziativa di raccolta delle notizie, delle memorie e dei racconti, è avvenuta grazie ad un gruppo di ricerca, spesso durante alcune veglie contadine. Successivamente le memorie sono state restituite teatralmente, poi è avvenuta la stesura del testo, ora la pubblicazione e la distribuzione.

 

Lo spettacolo della Langa

…Questa non è solo terra di vino, ma di storie meravigliose, da Cesare Pavese a Beppe Fenoglio, dai campi impolverati degli sferisteri alle imprese partigiane. Un mondo che nel giro di pochi decenni ha cambiato il volto anche paesaggistico. Ecco allora l'urgenza di raccogliere quel che rimane e fare in modo che coloro ai quali consegneremo questo patrimonio possano tenerne conto, oggi del "Diario intimo del territorio", domani della "Spoon River" che involontariamente abbiamo composto.

Forse per tutto questo e altre cose che scoprirete in seguito, Metapoli(s) è anche una guida, non solo turistica, ma anche letteraria, storica, architettonica, enogastronomica ecc... La impreziosiscono le testimonianze video, degli abitanti che ci hanno consentito di restituire un “paesaggio sentimentale” senza mediazioni. Sono anche loro gli autori di questo lavoro.
Un ringraziamento speciale ai Sindaci dei paesi, coinvolti da Bruno Penna, per essere stati sempre parte attiva durante tutti gli anni della ricerca.

Buono spettacolo!
Antonio Damasco,  Presidente Teatro delle Forme

 

Il Saluto del Territorio

Sarà un piacevole cammino tra le emozioni, i ricordi e i sentimenti più profondi delle persone di Barbaresco, a partire da Luigi, meglio conosciuto come Gino, che con la sua incontenibile voglia di vivere, vivacità e spesso colorite espressioni, vi farà partecipi di ampi tratti della storia del nostro territorio…
Alberto Bianco, Sindaco di Barbaresco

Nessuna guida, finora, si era affacciata sull’anima di un paese cercandone il respiro, il fiato quotidiano che contiene piccole-grandi storie tessute di un’intimità solitamente custodita dietro il carattere riservato delle genti.
Stavolta è successo.
Scoprirete Castiglione Tinella con l’affettuosa complicità di Giovanni/Mario, di Rosa e Olimpio, di Giorgio e Vittorio, di Manuela e Roberto, di Gloria e Pierangelo e di Padre Emilio. Pagine di vita che si aprono al mondo, sfogliate sotto il polveroso strato della superficialità per conoscere la preziosa opera umana che ha allestito questa piccola comunità e che, in alcuni casi, ha contribuito ad una più ampia storia.
Bruno Penna, Sindaco di Castiglione Tinella

 

Il progetto Metapoli(s) – Sentiero Divino ci è stato proposto dai ragazzi del Teatro delle Forme di Torino dopo che noi, in completa autonomia e su nostra iniziativa avevamo intrapreso un percorso di raccolta delle memorie del paese, attraverso interviste singole dei personaggi storici e carismatici ancora viventi. L’iniziativa di raccogliere notizie sul paese in gruppo, attraverso le antiche veglie contadine (unica, la nostra Vià nella stalla del Colombano...), ci è apparsa molto suggestiva ed emozionante.
Poi il percorso della restituzione, la raccolta delle varie testimonianze ci hanno fatto comprendere quanti “tesori“ avevamo nascosti.
La sintonia, la famigliarità con gli stessi attori del teatro, la loro voglia di conoscere e la nostra iniziale titubanza nel raccontare fatti ed aneddoti pieni di significatività storica, ci hanno permesso di provare sensazioni, di raccogliere importanti segnali di crescita interiore.
Mauro Noè, Sindaco di Cossano Belbo

 

Scrivo queste note introduttive al progetto “Sentiero diVino” – Metapoli(S)”, realizzato dal “Teatro delle Forme”, poche ore dopo aver partecipato al funerale del nostro illustre concittadino e amico di una vita, Franco Piccinelli. L’emozione provata, all’atto dell’ultimo saluto, è ancora presente e viene ulteriormente incrementata nel momento in cui, riflettendo su questo progetto, si pensa alle veglie nelle stalle, agli incontri organizzati per ricordare frammenti di vita in campagna svariati anni fa, al ricordo di una civiltà e di un’ epica contadina, ormai tramontata, e della quale Franco è stato fra i massimi cantori.
É straordinaria questa coincidenza e quindi questo progetto, realizzato fra i Comuni che hanno avuto Piccinelli come cittadino onorario, ha sicuramente una ulteriore valenza positiva, in quanto persegue proprio quella filosofia del ricordo in positivo di un periodo della vita “campagnina” delle nostre Langhe, quando la “malora” fenogliana era solo più un ricordo…
Luigi Ferro, Sindaco di Neive dal 2009 al 2014 

 

Non c’è nulla di più vero ed emozionante che il racconto dei luoghi fatto da chi li vive giornalmente o li ha vissuti in passato, lasciando un segno, un ricordo a chi è rimasto.
Il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno lavorato a quest’iniziativa con passione e dedizione e, soprattutto, al contributo che i miei compaesani, che sono orgoglioso di rappresentare, hanno dato, rendendo percorribile a tutti questo“Sentiero diVino” che attraversa anche Neive e la sua storia.
Gilberto Balarello, Sindaco di Neive

 

"Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pensieri già da noi pensati, che acquistano sulla pagina un suggello di conferma. Ci colpiscono degli altri le parole che risuonano in una zona già nostra - che già viviamo - e facendola vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti dentro di noi".
Il progetto Metapolis sottoscrive il pensiero di Pavese: attraverso i racconti, le parole, le pause di coloro che compongono la comunità di Santo Stefano Belbo - ed i dettagli colti dagli osservatori attendi giunti con lo scopo di comporre un "diario intimo del territorio", partendo proprio da quei racconti, suggello di conferma, vogliamo rileggere la nostra storia, la nostra gente, il passato strettamente e necessariamente unito al presente.
Luigi Genesio Icardi, Sindaco di Santo Stefano Belbo

 

I crediti

Progetto ideato da Antonio Damasco

Con la collaborazione di Valentina Padovan
e Irma Bechis, Barbara Luccisano, Alice Imperiale

Con il sostegno di Fondazione CRT e Regione Piemonte
e dei Comuni di Castiglione Tinella, Cossano Belbo, Neive, Santo Stefano Belbo, Barbaresco

TESTI DI VALTER GIULIANO

Testimonianze di:
Pili, Bruno Efflandrin, Franco Gallina: SANTO STEFANO BELBO;
Giovanni Filante, Giovanni Lolli: COSSANO BELBO;
Mario (Giovanni) Arfinengo, Roberto Di Giorgio, Don Giuseppe Gastaudo (Padre Emilio), Manuela Incorvaia, Vittorio Manzo, Olimpio Marino (Freccia), Rosa Vola in Marino (moglie di Freccia), Giorgio Mignone, Gloria e Pierangelo Vaccaneo:CASTIGLIONE TINELLA;
Natale Brunettini, Maria Crema, Giovanna Isnardi in Chiola, Maria Luisa Prandi in Pasquero, Agnese Sobrero: NEIVE;
Luigi Ceppa: BARBARESCO.

Raccolte e restituite teatralmente da Antonio Damasco e Valentina Padovan

Si ringrazia per la partecipazione: Stefania Demichelis, Ilaria Crivello, Paola Medde, Michela Negro, Silvana Trallo, Valeria Randazzo.

Con il patrocinio di Amaltea edizioni via D. Pellegrino 26 - Melpignano (Lecce): www.amalteaonline.com

Impaginazione: ElleEsse - Torino
Finito di stampare nel mese di marzo del 2015

Della Stessa collana: "Metapoli(s) Bra"