DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA

 

MITO_1


Scrivere per il teatro oggi, significa farsi testimoni di un rinnovato patto con gli uomini, sapere che nonostante il tempo cambiato, l’uomo nella sua essenza ha ancora il bisogno di com-partecipare e sentirsi parte di una nuova/antica storia che ogni sera sarà da raccontare.

 

juve-napoli-pres Juve  Napoli 1-3 - La presa di Torino
…Il 9 Novembre del 1986 qualche migliaio di persone si diedero appuntamento, come fanno quelli che amano. Spesso non è semplice accordarsi sul tempo, sul luogo e tanto meno decidere di incontrarsi davvero. Ma prima o poi l’occasione arriva, il pretesto per stare un po’ insieme lo si trova, quasi si dovesse soddisfare una necessità epidermica, fisica....

Leggi tutto...

imm-comizi webComizi d'Amore 2012 - Teatro Inchesta
"Dal 23 Novembre parte il viaggio che attraverserà l'Italia per per incontrare e interrogare le persone: a tutti proporrò alcune delle domande che Pier Paolo Pasolini pose ai suoi intervistati nel 1963 e le nuove domande, sia quelle elaborate con il Prof. Tullio De Mauro, sia quelle sviluppate insieme a voi, durante gli incontri/confronti di ricerca che avverranno, grazie ai quali piccoli gruppi di lavoro si interrogheranno sulle tematiche del progetto e sulla sua evoluzione, proponendo nuovi spunti di riflessione..."
Antonio Damasco

Leggi tutto...

la-parola-ultima-pres La Parola Ultima - Produzione 2010

 

Leggi tutto...

la-suora-giovane La Suora Giovane - Produzione 2010
Ecco la nostra Suora Giovane...

Leggi tutto...

mito-pres Mito
 Dall'oriente, fiammeggiando, cominciò questa guerra che oggi ha scelto tutto il mondo come teatro.
E' infatti, come un altro, questo giuoco infinito. E il re cortese, il sinistro alfiere la regina irriducibile, la rigida torre, l'accorto pedone sopra questo spazio bianco e nero si cercano e si scelgono in una muta accanita battaglia. Non sanno che la mano precisa di un giocatore governa quel destino non sanno che una legge ineluttabile decide il loro prigioniero capriccio. Ma anche il giocatore È prigioniero di un'altra scacchiera di notti nere e di accecanti giorni. Dio muove il giocatore che muove il pezzo Ma quale dio, dietro Dio, questa trama ordisce di polvere e di tempo, di sogno e di agonia? …Amore! Non vi è alcun dubbio, non vi è altro dio, vi assicuro…

Leggi tutto...

come-si-diventa-nazi-pres Come si diventa nazisti
Il lavoro, prima inconsapevolmente e poi con convinzione, deve molto del suo sviluppo al pensiero filosofico e alle opere di Hannah Arendt sulla “banalità del male”. Ciò che la Arendt scorgeva in Eichmann, gerarca nazista, non era neppure stupidità ma qualcosa di completamente negativo: l'incapacità di pensare. Egli non era l'unica persona che appariva normale mentre gli altri burocrati apparivano come mostri, ma vi era una massa compatta di uomini perfettamente "normali" i cui atti erano mostruosi.

Leggi tutto...

solo-andata-pres Solo andata - l'ultimo viaggio del Capitano
Il lavoro origina da una rilettura che Antonio Damasco fa di alcune opere di Erri De Luca, “Solo andata”, “Opera sull’acqua” e “L’ultimo viaggio di Simbad”, legata all’idea di parola come musicalità della lingua del corpo e continua la ricerca sulla drammaturgia contemporanea intrapresa dal Teatro delle Forme con “Ballata di un amore italiano in cinque silenzi” e “Come si diventa nazisti”.

Leggi tutto...

3, 4 e 6 novembre 2016

L’ex-voto mancante

Museo Civico “A. Olmo” - Savigliano (CN) Via S. Francesco 17

 locandinaexvoto 9582 12536

 

Il Teatro delle Forme torna a Savigliano in  provincia di Cuneo, con una delle formazioni storiche della Compagnia che vede in scena, insieme con il regista e drammaturgo Antonio Damasco, gli attori Francesca Bodanza e Oscar Malusa, in occasione della mostra sugli ex-voto esposti al Museo Civico “A. Olmo”.

 

Leggi tutto...