La Tavola



Locandina-Tavola-sito

La Tavola

La Cucina del Teatro

thumb_icona_PDF thumb_icona-video

ideazione e regia di Antonio Damasco
con Silvia Edera e Francesca Bodanza
scenografie Darwin Lega

Mani che si muovono, tagliano, affettano…Patate da pelare, frutta da sbucciare, formaggi, pane e vino, olio che si versa…e  scarpe, e piedi, gente che corre, fame, guerra e pane nero, festa, amori persi e amori ritrovati, e invidia, gelosia, danze…

Due i personaggi che intorno a “la tavola” – tavola, come luogo del convivio, del rito e della festa del mangiare, ma anche tavola come elemento semplificativo del palcoscenico – snoccioleranno una storia mai scritta, tramandata solo oralmente, fatta di serenate e di finestre chiuse, nonché di vino, pane e di terra da mangiare. Il pubblico sarà chiamato ad esercitare l’antica arte della cucina, per consumare tutti insieme il “pasto” dell’epilogo. Tempi, modi e ingredienti sono gli ingranaggi essenziali per la riuscita di un piatto “spettacolare”; allo stesso modo, nelle nostre vite, non è possibile far ricadere la responsabilità su cielo e terra, senza lo scrupolo di guardare le nostre piccole storie personali. La grande storia, quella con la “S” maiuscola, proprio lei, deve accettare di divenire nuovamente ciò che è stata: “una grande storia popolare”. L’evento scenico, adatto ad ambienti chiusi e aperti, nasce dalle numerose repliche di Veglie ed azioni teatrali che hanno sviluppato l’indagine sul rapporto cibo/teatro e rito/festa. Una nuova forma di spettacolo, dove tre tavoli apparecchiati, di gigantesche dimensioni, saranno il palcoscenico per una storia emozionante, che attraverso la magia dei prodotti, le parole del teatro ed il coinvolgimento del pubblico cercherà nuovamente lle origini di un teatro popolare fatto di “necessità”.